Comune di San Luca » Conosci la città » Segretariato Sociale » Glossario

Video Su Polsi

RSS di - ANSA.it

Menu Segretariato Sociale

 

Home

avvisi e bandi

modulistica

carta dei servizi

glossario

strutture presenti sul territorio

contatti

facebook

twitter

Glossario segretariato sociale

foto

 

Di seguito alcune voci citate nella Carta dei Servizi e qui descritte in maniera più approfondita. Amministrazione di sostegno: misura istituita a tutela di chi, pur avendo difficoltà nel provvedere ai propri interessi, non necessita comunque di ricorrere all'interdizione (tutela) o all'inabilitazione (curatela). L’amministratore di sostegno è un tutore delle persone dichiarate non autonome, anziane o disabili

Curatela: avviene a seguito dell’emanazione di un’istanza di inabilitazione da parte del giudice tutelare e prevede la figura di un curatore che agisce affiancando il soggetto inabilitato, ovvero in difficoltà nella gestione degli atti di ordinaria amministrazione

Equipe di Area: gruppo multi - professionale di operatori che lavorano in forma coordinata nell’ambito dell’area tematica

Gruppo di auto-mutuo-aiuto: modalità di sostegno reciproco che avviene  tra persone che hanno in comune lo stesso problema e che nel confronto con gli altri sperimentano momenti di condivisione, solidarietà, crescita. I gruppi AMA (auto mutuo aiuto) possono formarsi tra persone che condividono le stesse esperienze di disagio (persone dipendenti da sostanze) o relative a vissuti in comune (genitori di ragazzi disabili). All’interno del gruppo ogni persona che si percepisce come bisognosa d’aiuto può diventare persona in grado di aiutare. Caratteristica fondamentale è l’essere tra “pari”; tuttavia è prevista una figura chiamata “facilitatore”, persona formata con il compito di facilitare la comunicazione e creare un clima adatto allo scambio di informazioni. 

Gruppo di consultazione (Focus-group): tecnica di discussione fra un gruppo ristretto di persone che fanno parte della popolazione di riferimento di un determinato intervento e/o sono particolarmente coinvolte e competenti sull'argomento. Tale modalità consente di far emergere in modo più approfondito i  giudizi, le opinioni, le percezioni e le aspettative dei soggetti coinvolti ed è finalizzata a mettere in evidenza le principali componenti di un dato problema e trovare insieme le strategie di soluzione

Interventi socio-sanitari: sono interventi sociosanitari quei servizi che non sono  esclusivamente socio assistenziali (ad esempio contributi economici ad integrazione del reddito) né esclusivamente sanitari (ad esempio la visita di un medico), ma sono relativi a prestazioni miste, sanitarie e assistenziali.

I.S.E. (Indicatore della Situazione Economica): è un parametro che determina la situazione economica del nucleo familiare. Questo parametro scaturisce dalla somma dei redditi e del 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare di tutto il nucleo familiare

I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente):scaturisce dal rapporto tra l'ISE ed il numero dei componenti del nucleo familiare in base ad una scala di equivalenza stabilita dalla legge

P.A.I. (Piano Assistenziale Individuale): è uno strumento fondamentale finalizzato a garantire, nel breve-medio periodo, il completo soddisfacimento delle necessità individuali dell’anziano, ammalato o disabile e della sua famiglia individuando e definendo gli interventi, i tempi, le modalità nonché la valutazione dei risultati

P.E.I. (Piano Educativo Individualizzato): è il documento nel quale viene descritto il percorso educativo destinato a persone in situazione di difficoltà. Il PEI, formulato dagli operatori che seguono la situazione e condiviso con l’interessato e la famiglia, indica gli obiettivi educativi  individualizzati riguardanti la dimensione sociale e dell’apprendimento. Nel PEI sono indicati: obiettivi educativi, metodologia d’intervento, tempi di realizzazione e verifiche.

Tutela: possono essere sottoposte a misure di tutela, in particolare, persone non in grado di provvedere ai propri interessi o che espongono se stessi o la propria famiglia a situazioni di rischio e/o di gravi difficoltà. In particolare l’istituto della tutela, a seguito dell’emanazione di un’istanza d’interdizione promulgata dal giudice tutelare, prevede la figura di un tutore che agisce in nome e per conto della persona tutelata al fine di badare agli interessi di quest’ultima. Gli atti a rilevanza giuridica compiuti dalla persona interdetta vengono annullati

U.V.G. (Unità di Valutazione Geriatrica): equipe multidisciplinare e strumento per la valutazione globale delle condizioni psico-fisiche delle persone  non auto sufficienti. In sede di valutazione avviene la definizione di un programma personalizzato di intervento, frutto di una valutazione multidisciplinare e multidimensionale ove emergono i bisogni sanitari ed assistenziali della persona. Qualora sia previsto un inserimento in struttura identifica la fascia di intensità assistenziale ed il livello di prestazioni adeguato

U.M.V.D. (Unità Multidisciplinare di Valutazione delle Disabilità):commissione tecnica multidisciplinare (medici psichiatri, neuropsichiatra infantile, assistente sociale, educatore)  ed interaziendale (ASL ed Enti Gestori) che ha  la funzione di valutare gli interventi da attuare nei confronti dei soggetti disabili. Compete  all' Unita' Multidisciplinare di valutazione delle disabilità:

  • la predisposizione di un Progetto Individuale Educativo (P.E.I), ad esempio inserimento  in strutture  semiresidenziali (Centri Diurni) o residenziali (Comunità alloggio, RAF, ecc.);
  • la validazione dei cosiddetti "progetti di vita indipendente";
  • l'erogazione dei benefici di cui alla D.G.R. 56-13332 del 15.02.2010 avente per oggetto "Assegnazione delle risorse a sostegno della domiciliarita' per non autosufficienze in lungo assistenza a favore di anziani e persone con disabilità . Modifiche ed integrazioni alla D.G.R. 39-11190 del 06.04.2009".

Per l' inserimento del disabile in una struttura semiresidenziale e/o residenziale, oppure per l'erogazione del contributo economico a sostegno della domiciliarita', viene stilata una graduatoria sulla base del punteggio individuale ottenuto con la somministrazione di scale valutative differenziate per gli aspetti sanitari ed assistenziali.

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.08 secondi
Powered by Simplit CMS